Inadempimento contrattuale: come ridurre i rischi con la consulenza legale

Questo breve saggio, una pillola di consulenza legale senza pretesa di completezza, si premura di indicare qualche piccolo suggerimento quando ci si trova a concludere un contratto.

In effetti, è bene tenere presente che il contratto che andremo a sottoscrivere è legge tra le parti.

Il pericolo peggiore è di incappare in una controparte per così dire scaltra o reticente in ordine alle proprie capacità e di essere costretti a rivolgersi ad un avvocato e all’Autorità Giudiziaria solo quando è troppo tardi.

Oggi, è fondamentale prevenire invece che curare: ci troviamo a vivere in una realtà economica tuttora profondamente in crisi, dove purtroppo cadere in situazioni giuridicamente compromesse è molto facile; dove i raggiri se non anche condotte penalmente rilevanti (truffe, insolvenze fraudolente, bancarotte ecc.)  possono accadere facilmente e dove tutelarsi, in un momento successivo, diventa più dispendioso dal punto di vista economico e psichico.

La prevenzione è la prima arma per ridurre i rischi contrattuali.

Vi sono degli accorgimenti e delle ricerche che consentono di valutare la nostra controparte prima di concludere un contratto:

 

LA CONOSCENZA
Acquisire informazioni sul contraente è sempre fondamentale: a volte non basta conoscere personalmente la controparte per escludere il rischio da inadempimento.
La Camera di Commercio ci dà molte informazioni sia se dobbiamo concludere un contratto con una società che con un’impresa individuale.
Fondamentali sono le informazioni sui protesti.
Utili informazioni può dare la Conservatoria sui beni di proprietà.
Si tratta di dati accessibili a chiunque, che vanno letti con estrema prudenza e sono parte della consulenza legale.

Consulenza legale per limitare i rischi di inadempimento contrattuale, immagine di un lucchetto per blindare un contratto

TUTELE AGGIUNTIVE

Se devo concludere un contratto importante (appalto, compravendita beni immobili ecc.) con una società di capitali è prudente valutare anticipatamente che il legale rappresentante firmi una fideiussione personale a garanzia del credito che andrò a vantare.

Utile è anche ottenere una fideiussione bancaria per le somme di acconto che andrò a versare, per es. nei contratti di compravendite immobiliari, di fornitura o di appalto.

Nel redigere un contratto è opportuno tener presente che il Legislatore ha messo a disposizione alcuni strumenti da tener presente per ridurre i rischi quali a titolo di esempio:

  • La clausola penale ci permette di prevedere in anticipo l’ammontare del danno in caso di inadempimento, anche parziale, e/o di ritardo, salvo l’eventuale maggior danno che potrà essere previsto specificamente e, in tal caso, dovrà essere documentato
  • La caparra confirmatoria, con la quale il contraente versa all’altra parte una somma per garantire l’adempimento delle obbligazioni prese. Se la parte che ha versato la caparra diventa inadempiente l’altra potrà recedere trattenendo la somma versata. Se inadempiente è la parte che ha ricevuto la caparra dovrà versare il doppio dell’importo ricevuto per il proprio inadempimento.
  • La caparra penitenziale che ha la funzione di corrispettivo in caso di recesso.

Come è noto, l’inadempimento contrattuale consiste nella mancata o inesatta esecuzione della prestazione da parte di un contraente per causa allo stesso imputabile.

Vi è inadempimento quando la prestazione deve esser eseguita in un termine perentorio e questo non viene rispettato, oppure quando essa non è adempiuta nel luogo o con le modalità convenute.

La risoluzione del contratto, che è una delle possibili conseguenze all’inadempimento, opera a seguito di una grave alterazione del rapporto contrattuale. Gravità che potrà essere valutata da un Giudice secondo criteri di giudizio non solo soggettivi ma anche oggettivi.

Firmare il contratto, soprattutto se riguarda impegni rilevanti dal punto di vista economico, è uno dei momenti più delicati, per cui sarebbe sempre opportuno una consulenza legale in materia.

Il nostro Legislatore ha poi previsto una serie di tutele conservative importanti come per es. l’eccezione di inadempimento, che conferisce la facoltà di non adempiere alla nostra prestazione se l’altra parte contraente non adempie o contestualmente non offre anche la propria prestazione.

Prevenire potrebbe evitare lunghi e costosi processi o di dover rinunciare ad una difesa per un ingiusto danno subito al solo fine di evitare l’alea del giudizio.

 

Non fermarti davanti al timore di una elevata parcella legale per il compenso dell'avvocato. La realtà è ben diversa.

Scoprirai che limitare i rischi sul tuo futuro e la tua serenità valgono certamente la consulenza legale.

Se desideri approfondire questo o altri argomenti ed avere una consulenza dedicata, lo Studio Legale Avvocati Franchini è a tua disposizione.

Autore dell'Articolo

Avvocato Paola Franchini
Avvocato Paola Franchini
Avvocato a Vicenza, si occupa di diritto di famiglia (separazioni, divorzi, affidi, successioni, risarcimento danni), diritto del lavoro e diritto commerciale. E' anche avvocato di prima esperienza del Tribunale Ecclesiastico Regionale Triveneto. Riceve abitualmente nello Studio Legale a Vicenza.
ultima modifica: 2017-09-29T17:40:03+02:00 da Avvocato Paola Franchini